30102019-var-www.ilmionapoli.itPhoto by Marco Bergamasco © Il Mio Napoli

Challenge in Serie A, ovvero come snaturare il calcio

Dopo le polemiche di questi giorni sul mancato intervento al VAR di alcuni arbitri, comincia a serpeggiare l’idea dell’utilizzo del Challenge anche nel mondo del calcio.

Come spiega “Il Corriere dello Sport”, il sistema permetterebbe ad entrambe le squadre di poter chiamare l’arbitro per visionare un episodio al VAR, come avviene in altri sport come la pallavolo o il tennis.

Non si risolverebbe molto, basta applicare le regole

Tuttavia questo sistema è un palliativo: cosa accadrà infatti, se dopo l’utilizzo ci fosse un altro episodio dubbio? Ovviamente altre polemiche e poche soluzioni.

Inoltre non si spiega perché alcuni direttori di gara, specialmente i meno esperti, ancora rifiutano di utilizzare la tecnologia in caso di episodi dubbi.

Emblematico il comportamento di Giuia che rileva il fallo di Milik in Napoli-Lecce dove, rivedendo le immagini, il tocco c’è e il dubbio permane. Inoltre è inspiegabile che manchino le immagini sui tabelloni o la possibilità di conoscere le comunicazioni tra VAR e arbitro, come avviene nel rugby.

Infine, non ci si spiega come, ancora oggi, l’Aia non renda note le modalità con le quali giudichi l’operato degli arbitri, visto che le loro decisioni influiscono sulle rispettive carriere e sui risultati sportivi.

LASCIA UN COMMENTO

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *