yoshida-sampdoria© U.C. Sampdoria

Samp, Yoshida si presenta ma non è disponibile contro il Napoli

La Samp ha preso Maya Yoshida all’ultimo giorno di mercato. Un giapponese a Genova, nel luogo più giapponese di Genova. Il capitano della nazionale nipponica ha indossato per la prima volta in vita sua la maglia più bella del mondo e lo ha fatto nel punto più vicino al proprio Paese della nostra città: il Museo d’Arte Orientale “Chiossone” di Villetta Di Negro.

Tra la scultura buddista, le armature dei samurai e altre decine di opere nipponiche di varie epoche, il nuovo difensore della Sampdoria ha posato per uno shooting video e fotografico davvero suggestivo. Un lavoro reso possibile dalla collaborazione con la direzione del museo e l’assessorato comunale alle Politiche culturali e valorizzazione del patrimonio artistico.

Ad accogliere Yoshida l’assessore Barbara Grosso in persona, che ha portato il saluto del sindaco Marco Bucci, sancendo di fatto il primo passo di una collaborazione tra il club blucerchiato e le istituzioni al fine di consolidare i rapporti sportivi, culturali e artistici tra Genova e il Giappone.

LASCIA UN COMMENTO

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *