napoli-squadra-magliaverde-www.sscnapoli.it© SSC Napoli

Samp-Napoli 2-4: Quaglia-Gabbiadini pareggiano Milik-Elmas, poi Demme e Mertens

Sampdoria-Napoli 2-4: una vittoria bella, sofferta e sudata per la squadra di Rino Gattuso che, alla vigilia, ci aveva visto giusto parlando di battaglia. Una partita intensa, ricca di emozioni, da una parte e dall’altra, giocata splendidamente dagli azzurri in avvio (reti di Milik dopo soli 2′ e di Elmas dopo 17′) e tenuta in vita da una prodezza e un rigore procurato da Quagliarella. La formazione di Ranieri è capace di rimontare da 0-2 a 2-2 con il pari siglato da Gabbiadini dal dischetto al 74′, ma Demme all’82’ pesca dal cilindro il gol che regala la terza vittoria consecutiva dopo Juve e Lazio in Coppa Italia. Gara chiusa da un pallonetto di Mertens all’ultimo minuto di recupero (98′) sull’ingenua uscita di Audero. Magari non sarà ancora il Napoli entusiasmante di una volta, intanto è tornato a -2 dall’Europa (-9 dalla Champions).

AVVIO SUPER – A Marassi è una partita bellissima, con emozioni da una parte e dall’altra, grandi giocate e alta intensità. Avvio strepitoso della squadra di Gattuso che dopo 2′ sblocca con un colpo di testa di Milik su assist di Zielinski. Al 17′ il raddoppio da calcio d’angolo: corner di Callejon, spizzata di Di Lorenzo sul primo palo e tap-in di Elmas sul secondo. I padroni di casa restano in partita grazie al solito gran gol di Quagliarella, che contro la sua ex squadra si scatena (26′): traversone di Ekdal e girata al volo, col destro, dell’attaccante stabiese. La Samp va vicina al gol del 2-2 col palo centrato da Ramirez, poi Audero salva su Milik.

GOL ANNULLATI – Nel secondo tempo Quagliarella è l’uomo più pericoloso della Sampdoria, sfiorando due volte il gol del pareggio. Pari che arriva al 55′ con una rovesciata di Ramirez, su assist di Gabbiadini. Gol che, però, viene annullato per un precedente tocco col gomito dell’ex azzurro che favorisce lo sviluppo dell’azione offensiva, anche se era a distanza ravvicinata. Pochi istanti dopo gol annullato anche al Napoli: Insigne coglie il palo, Zielinski segna ma in posizione di fuorigioco. E’ il momento dei cambi: Gattuso inserisce Demme per Lobotka, Ranieri fa esordire in Serie A Maroni al posto di Ramirez.

DECISIVO DEMME – Al 68′ Manolas commette fallo da rigore, calciando sul tallone di Quagliarella: l’attaccante stabiese è costretto ad uscire mentre Gabbiadini dal dischetto fa 2-2. La Samp risente dell’uscita dal campo del suo capitano ed il Napoli ne approfitta. Gattuso manda in campo Mertens e gioca la carta Politano negli ultimi 10′ ma ad incidere è il primo subentrato, ovvero il tedesco Demme che non segna tanto ma lo fa al momento giusto, piazzando il 2-3 all’82’ dopo un tiro di Insigne rimpallato da Colley. C’è stata apprensione per gli infortuni di Manolas (alla testa) e Mertens (alla spalla) ma il belga sigilla il match col pallonetto del 2-4 approfittando della balorda uscita di Audero.

IL TABELLINO:

SAMPDORIA (4-3-1-2): Audero; Thorsby, Tonelli, Colley, Augello; Linetty, Ekdal, Jankto (79′ Vieira); Ramirez (68′ st Maroni); Gabbiadini, Quagliarella (75′ Bonazzoli)
A disp: Falcone, Seculin, Askildsen, Barreto, Bertolacci, Chabot, Leris, La Gumina, Murru All. Ranieri

NAPOLI (4-3-3): Meret; Hysaj, Manolas, Di Lorenzo, Mario Rui; Elmas (79′ Politano), Lobotka (61′ Demme), Zielinski; Callejon (72′ Mertens), Milik, Insigne
A disp: Karnezis, Ospina, Luperto, Koulibaly, Maksimovic, Allan, Lozano, Llorente All. Gattuso

Arbitro: La Penna di Roma 1 (VAR Mazzoleni, AVAR Paganessi)
Reti: 2′ Milik (N), 17′ Elmas (N), 26′ Quagliarella (S), 73′ rig. Gabbiadini (S), 82′ Demme (N), 98′ Mertens
Ammoniti: Jankto, Ekdal, Ramirez, Linetty (S), Elmas, Demme, Politano (N)
Note: 20mila spettatori circa di cui 300 ospiti. Angoli: 4-6. Recupero: 8′ st

LASCIA UN COMMENTO

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *