21012020-coppaitalia-pallone-nike-inverno-www.ilmionapoli.itPhoto by Marco Bergamasco © Il Mio Napoli

Coppa Italia, i pro e i contro tra Napoli-Inter e Napoli-Fiorentina

Il Napoli scoprirà stasera la sua avversaria per la semifinale di Coppa Italia, che sarà la vincente della sfida del Meazza tra Inter e Fiorentina.

Gli azzurri hanno dimostrato che se sono nella serata giusta possono battere chiunque, tuttavia i due incontri presentano svantaggi e vantaggi del tutto opposti.

Cosa comporta sfidare la viola

Nel caso fosse la Fiorentina l’avversario degli azzurri, il primo vantaggio è dato dalla qualità della rosa: i partenopei possono vantare un organico più esperto e tecnico capace di inventare dal nulla occasioni pericolose.

Affrontare un avversario di minor valore poi, può dare la possibilità a Gattuso di non dover insistere sui recuperi dei giocatori ancora infortunati, facendo accumulare minuti ai nuovi arrivati come Lobotka e Demme.

Tuttavia l’imprevisto è di non sottovalutare un avversario che non ha nulla da perdere e che ambisce ad entrare in Europa dalla Coppa Nazionale.

L’insidia nerazzurra nasconde anche dei notevoli vantaggi

Nel caso in cui l’Inter rispetti il pronostico per gli azzurri sarebbero 180 minuti duri, che però gridano al riscatto dopo il match dell’Epifania.

La squadra di Conte è infatti molto compatta, e ha dimostrato più volte di poter vincere anche nelle trasferte più insidiose.

Gli impegni da qui a febbraio però si moltiplicheranno e i meneghini dovranno scegliere quale competizione sacrificare: escludendo il campionato, rimangono da scegliere Europa League o Coppa Italia.

La prima può portare un cospicuo gettito, oltre alla possibilità di alzare un trofeo che manca dalla notte di Madrid del 2010.

Le partite ravvicinate con Milan e Lazio impongono una riflessione seria, per evitare di trovarsi fuori dalla lotta scudetto dopo un percorso quasi netto.

LASCIA UN COMMENTO

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *