14012020-insigne-gol-abbraccio-coppaitalia-llorente1-giorno-esultanza-www.ilmionapoli.itPhoto by Marco Bergamasco © Il Mio Napoli

Napoli-Perugia 2-0: azzurri ai quarti di Coppa Italia con i rigori di Insigne e uno parato da Ospina

Napoli-Perugia 2-0: vittoria di rigore. Doppio rigore. Gli azzurri rialzano la testa dopo i ko contro Inter e Lazio, anche se la prestazione non è stata pienamente convincente al cospetto di una formazione di Serie B. Fatto sta che con due rigori di Insigne, il migliore in campo (ed uno parato da Ospina), la squadra di Gattuso ritorna a vincere e si qualifica per i quarti di finale di Coppa Italia (giocherà contro Lazio/Cremonese). Al 64′ l’esordio di Diego Demme con la maglia del Napoli.

POCO TURN-OVER – Gattuso fa soltanto tre cambi rispetto alla formazione sconfitta a Roma dalla Lazio: Elmas per Allan, Lozano per Callejon e Llorente al posto di Milik. Di Lorenzo ancora centrale di difesa poiché Luperto è rimasto a casa con l’influenza. In porta Gattuso dà fiducia a Ospina. Ma il primo tiro in porta della partita è del Perugia, seguito al San Paolo da centinaia di tifosi, certamente più rumorosi dei 10mila napoletani: il destro a giro di Iemmello, dopo 4′, termina a lato. Il Napoli si rende pericoloso con un colpo di testa di Manolas finito fuori e, subito dopo, con Insigne che imbecca Lozano “alla Callejon” ma il portiere respinge.

VAR DI RIGORE – Due rigori, entrambi per gli azzurri, sbloccano il risultato nell’arco dei primi 45′: il primo al 24′ per atterramento di Lozano dopo una triangolazione con Llorente, il secondo per un fallo di mani di Iemmello sulla punizione di Mario Rui, segnalato dal VAR dopo ben 2′. In entrambe i casi Insigne dal dischetto, una volta a tirando a destra ed un’altra a sinistra, spiazza Fulignati e trascina i suoi. Ci sarebbe anche un terzo rigore, stavolta per gli ospiti, anche questo assegnato grazie all’ausilio del VAR e dopo un altro controllo all’on-field review ma con un pò di indecisione dell’arbitro Massimi di Termoli. Dagli undici metri, al settimo minuto di recupero, Ospina riscatta l’errore commesso contro la Lazio neutralizzando il tiro di Iemmello, capocannoniere di Serie B. Prima del corposo recupero annullato il terzo gol del Napoli con Zielinski per fuorigioco.

ESORDIO DI DEMME – Nel secondo tempo il momento di Diego Demme arriva al 64′, dopo un primo quarto d’ora senza né macchia né lode. Il tedesco di origini calabresi prende il posto di Fabiàn Ruiz, fischiato dai pochi intimi del San Paolo, ed è accolto con un bel boato, posizionandosi nel cuore del centrocampo. Una prova però anonima, senza mordente ma neanche senza esaltazione (non ce n’era motivo). Il Perugia sfiora il gol con un colpo di testa di Falcinelli mentre gli azzurri non pungono più. Ai quarti, in gara secca, in programma il 29 Gennaio, la vincente di Lazio-Cremonese.

IL TABELLINO:

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Hysaj, Manolas, Di Lorenzo, Mario Rui; Elmas, Fabiàn Ruiz (64′ Demme), Zielinski (84′ Allan); Lozano (75′ Callejon), Llorente, Insigne
A disp: Meret, Idasiak, Younes, Tonelli, Gaetano, Milik All. Gattuso

PERUGIA (5-3-2): Fulignati; Rosi, Sgarbi, Gyomber, Falasco, Nzita; Falzerano, Carraro (72′ Konaté), Buonaiuto (55′ Dragomir); Iemmello (62′ Melchiorri), Falcinelli
A disp: Vicario, Albertoni, Rodin, Nicolussi Caviglia, Balic All. Cosmi

Arbitro: Massimi di Termoli (VAR Serra, AVAR Fiorito)
Reti: 26′ rig., 38′ rig. Insigne
Ammoniti: Falzerano, Iemmello, Gyomber (P), Fabiàn Ruiz (N)
Note: 5mila spettatori di cui 300 ospiti. Al 52′ pt Ospina (N) para un rigore a Iemmello (P). Angoli: 6-2. Recupero: 8′ pt, 3′ st

LASCIA UN COMMENTO

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *