17092019-meret-champions-www.ilmionapoli.it© Il Mio Napoli

Meret, la nota lieta di Ancelotti: due partite e zero gol subiti in Champions

Alex Meret è una delle note liete di questo inizio di stagione. Lo evidenzia l’edizione odierna della Gazzetta dello Sport, secondo cui in un Napoli che sta vedendo sgretolarsi tutte le certezze dopo l’ubriacante notte col Liverpool, c’è un caposaldo non da poco, vive tra i pali e si chiama Alex Meret. Lui non mugugna per l’alternativa che Ancelotti impone anche ai portieri, piuttosto resta concentrato e pensa alla prossima partita se per una volta resta in panca a guardare Ospina parare.

Per via dell’infortunio nella scorsa stagione, Alex la Champions l’aveva vista solo dalla tribuna. In quest’annata l’esordio nella massima competizione europea è stato invece eccellente.

Con Liverpool e Genk non solo sono arrivati due “clean sheet” (il terzo con la Samp) ma il giovane portiere friulano ha mostrato di essere pronto e decisivo quando le situazioni lo hanno richiesto. Perché a parte la giostra delle prime due gare di campionato (7 gol subiti!) quando giochi in una big capita che stai fermo a lungo ma devi essere bravo a non perdere la concentrazione nei momenti top. È capitato contro il Liverpool quando Meret si è allungato sul diagonale forte e preciso di Salah. È ricapitato in Belgio quando il forcing del Genk ha trovato nel norvegese Berge due conclusioni velenose, deviate in angolo da Meret. Se le situazioni ambientali si fanno complicate lui rimane freddo e questo suo aspetto caratteriale ne fa un portiere più forte della media. Nel giro della Nazionale c’è già. Ora con il Napoli non vuole fermarsi e spera di arrivare agli ottavi di finale di Champions dove affrontare nuove grandi sfide.

Fonte: Gazzetta dello Sport

LASCIA UN COMMENTO

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *