Striscioni contro ADL in Curva A. Il patròn replica: “Penso ai 40 milioni di tifosi, non ai 300 delle curve”

Aurelio De Laurentiis ha ricevuto le ormai solite contestazioni da parte dei tifosi delle curve anche durante la partita vinta ieri contro l’Inter. In particolar modo in Curva A è stato srotolato uno striscione in cui c’era scritto “l’unica cosa stupefacente è avere un demente come presidente”. Il riferimento degli ultras è all’accusa di spaccio di droga fatta dallo stesso De Laurentiis al Corriere dello Sport.

Queste le sue parole “di replica” alla radio ufficiale: «Noi non abbiamo le stesse risorse della Juventus e la città di Napoli non ha le risorse di Torino. Loro fanno cinque milioni di incasso con l’Ajax con trentacinquemila posti, mentre noi due milioni con quarantamila. Bisogna avere palle e cervello per fare determinate cose. Apprezzo i tifosi ed è giusto che ragionino a modo loro, ma io non condivido questo modo di pensare: per loro dobbiamo indebitarci acquistando Icardi, Messi e così via. Abbiamo quaranta milioni di tifosi veri e ancora dobbiamo esplorare Oriente, Medio Oriente e Australia: un giorno arriveremo ottanta milioni, nulla a che vedere con i trecento di Curva A e B che ci contestano».

Questo lo striscione che era apparso in curva A: “L’unica cosa stupefacente è avere un demente come presidente”.

LASCIA UN COMMENTO

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *