Turchia, aggressione shock in Amed-Sakaryaspor: calciatore graffia gli avversari con una lametta

Turchia, aggressione shock durante un match di campionato.

È successo durante la partita di campionato valevole per la terza divisione turca, nella partita tra Amed SK e Sakaryaspor: Mansur Calar, centrocampista dell’Amed, si è presentato in campo con una lama da rasoio con cui avrebbe graffiato gli avversari ancor prima del fischio iniziale, durante il consueto saluto tra le due compagini. C’erano già stati dei precedenti tra le due squadre, nel 13 ottobre dello scorso anno, ma questa volta la situazione è completamente degenerata. Gesto premeditato, che ha quasi dell’assurdo, da parte di Calar che ha conservato tra le mani quella lametta fino al momento shock dell’aggressione. Ad uscirne peggio è stato Ferhat Yazgan, colpito alle spalle, su collo e fondoschiena. Ne sono testimonianza le ferite apparse poi sui social proprio del giocatore ferito.
Sporta denuncia da parte dei diversi giocatori del Sakaryaspor, si è aperta un’indagine della polizia. La federazione turca prenderà sicuramente dei seri provvedimenti, mentre l’Amed si dichiara innocente in merito alla questione e addirittura accusato per diffamazione, così come appare in un comunicato ufficiale del club.

LASCIA UN COMMENTO

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *