SANSIRO-STADIO-MEAZZA-MILANO

Ignazio La Russa: “Ingiusto chiudere i settori, vanno individuati i responsabili”

L’onorevole Ignazio La Russa – noto tifoso interista – ha parlato della chiusura per due giornate di San Siro.

Ignazio La Russa, ha rilasciato queste dichiarazioni durante un’intervista: “Non si può decidere impunemente di discutere la posizione degli abbonati, oltretutto di diversi settori. Non è ragionevole chiudere lo stadio a chi ha pagato prevedendo come impegno quello di vedere le partite durante l’anno. Non vanno chiusi i settori bensì individuati i responsabili. La tecnologia ci può aiutare in questo, c’è modo di arrivare ai diretti colpevoli dei misfatti. Se qualcuno sgarra va interdetto, la responsabilità oggettiva esiste solo nel calcio. Difficile individuare i cori? Chiaramente se il coro investe tutto un settore, va chiuso il settore stesso. Non ho mai capito gli insulti a Napoli e i napoletani, ma tra questo e l’odio razziale c’è tanto di mezzo. Mi reputo contrario a qualunque tipo di ululato.”

E poi da le sue considerazioni sulla sospensione delle gare: “La sospensione definitiva della partita non è prevista dal protocollo, che parla soltanto di stop momentaneo. Le regole vanno sempre applicate, questo purtroppo non accade quando non rispondono a un criterio di ragionevolezza: sospendere tutto lo stadio per colpa di un gruppo di imbecilli porta alla mancata comprensione della sanzione stessa e aiuta in un certo senso i colpevoli. Mi affiderei di più al modello inglese, ma in linea di massima sono per il rispetto delle regole”.

LASCIA UN COMMENTO

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *