Arrivabene

Ferrari, che ribaltone: via Arrivabene, è Binotto il nuovo team principal

Così si sciolgono i nervi tesi che si erano creati in fabbrica nel reparto corse

La Ferrari cambia. Non solo pelle (in attesa della nuova monoposto), non solo piloti (con Leclerc al posto di Raikkonen) ma anche team principal. Era molto difficile auspicare una convivenza tra Maurizio Arrivabene e Mattia Binotto ed ecco che, secondo quanto anticipato dalla Gazzetta dello Sport, la Ferrari ha deciso di fare a meno del primo per affidare la nuova guida tecnica al secondo. Il ribaltone si è consumato nelle ultime ore a Maranello a presto sarà ufficiale con la nomina di Binotto che, l’anno scorso, era stato ingaggiato per ricoprire il ruolo di direttore tecnico della scuderia.

IL CAMBIO – Via Arrivabene, 61 anni, bresciano, ex numero uno del marketing di Philip Morris, membro dal 2012 del consiglio di amministrazione della Juventus e dal 2015 managing director di Ferrari Gestione Sportiva e team principal della Scuderia. Ad Arrivabene non è stato rinnovato il contratto. Al suo posto proprio Binotto, 50 anni, nato in Svizzera, che dopo la laurea al Politecnico di Losanna, nel 1995 entra nella Scuderia Ferrari come ingegnere motorista per la squadra e da lì scala tutte le posizioni fino a diventare nel 2016 Chief Technical Officer, il capo degli ingegneri che lavorano sulla macchina.

LASCIA UN COMMENTO

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *