25082018-hamsik1-www.ilmionapoli.it© Cityspot

Hamsik, l’entourage: “Napoli sua seconda casa. Futuro da dirigente? Ha ancora 5 anni da calciatore”

Su Radio CRC è intervenuto Martin Petras, membro dell’entourage di Marek Hamsik: “ Hamsik gioca adesso in un ruolo diverso, ma lo ha accettato. Si sta abituando al nuovo ruolo, ma che segni di meno o di più è poco importante. Il Napoli deve vincere a prescindere. Non importa dove gioca Hamsik, ma come gioca la squadra. Non è una responsabilità sua se il Napoli vince o no. La panchina con la Sampdoria è stata accettata di buon grado? È chiaro che tutti vorrebbero giocare, ma rispetta le scelte del mister senza fare polemiche.

Ancelotti ha convinto Hamsik a restare? Hamsik è rimasto anche per il progetto di Ancelotti. Si sente sempre importante per il Napoli, per la città e per i tifosi. Finché sarà importante sarà sempre lì. Questo rapporto può durare? Certo. Credo che lo ha anche scritto nel libro e detto mille volte. Hamsik considera Napoli la sua seconda casa. Il legame tra lui e il Napoli resterà per tutta la vita. Un futuro da dirigente per lui a Napoli? Non lo so. Questo bisogna chiederlo a lui, ma penso che non risponderebbe”.

“Ha ancora minimo quattro o cinque anni da giocatore . Forse ne parleremo in futuro, ma adesso non so dare una risposta ”

LASCIA UN COMMENTO

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *