STADIOSANPAOLO

San Paolo, il Comune: “Non si può compromettere tutto, se ADL vuole giocare…”

La tregua tra il Napoli e il Comune è durata soltanto qualche ora, dato che la nuova rottura si è consumata ieri pomeriggio. Aurelio De Laurentiis non ha gradito le condizioni del San Paolo

A Repubblica parla il capo di gabinetto del Comune di Napoli Attilio Auricchio. “I lavori permetteranno tranquillamente lo svolgimento delle partite sin dal debutto in campionato previsto al San Paolo contro il Milan. In tutti gli stadi del mondo ci sono le ristrutturazioni e si gioca normalmente. Il manto erboso e il terreno di gioco non sono per niente interessati a questi interventi, quindi non c’è alcun tipo di problema.

Questo tema è irrilevante rispetto ai rapporti che stiamo costituendo con il Napoli, ma non si può giocare sempre ad un rilancio inutile e quando ci si avvicina, si compromette di nuovo tutto. Per quanto ci riguarda, non ci sono variazioni sui programmi: se il Napoli vuole giocare al San Paolo sabato 25 farà la domanda e lo stadio sarà pronto”.

LASCIA UN COMMENTO

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *