Ad imageAd image

Napoli, dove sono finiti i gol del girone d’andata? Che differenza!

admin
admin
2 Min di lettura

Per il Napoli è il secondo 0-0 consecutivo a San Siro dopo quello del mese scorso contro l’Inter. Niente a che vedere con l’anno scorso, quando gli azzurri riuscirono a fare en-plein tra andata e ritorno contro le due formazioni di Milano. Però quest’altro 0-0 (il quinto stagionale dopo quelli con Chievo, Fiorentina e i due con l’Inter) sancisce un dato, ovvero che il Napoli non segna più come nel girone d’andata. Ha perso prolificità la squadra di Sarri e lo evidenzia l’edizione odierna del Corriere dello Sport. C’era una volta un attacco atomico, qualcosa (quasi) di surreale: una squadra, ed era il Napoli, capace di andare sistematicamente oltre quota cento nelle sue stagioni pazzesche (era capitato due volte con Benitez; è successo due volte anche con Sarri) e che adesso, ma chi l’avrebbe mai detto ha scoperto quanto sia difficile segnare.

C’era una volta, poi neanche tanto tempo fa, una squadra che nel girone d’andata, nelle sue prime dieci giornate, era stata in grado di segnare trentaquattro gol: è passato qualche mese, neppure parecchio, e nello stesso periodo si scopre che mancano dieci reti, un gap che s’avverte mica solo statisticamente ma anche tecnicamente. Rispetto all’anno scorso sono sì 14 gol subiti in meno ma anche 6 gol segnati che mancano all’appello.

In tutto questa situazione del Napoli c’è da segnalare il digiuno di Dries Mertens, che un anno fa si è inventato un nuovo ruolo ed è stato capace di arrivare a trentaquattro gol. Ora s’è fermato pure lui, così all’improvviso, e ormai non segna da 5 giornate (contro la Roma e fu inutile).

Fonte: Corriere dello Sport

Condividi questo articolo