Ad imageAd image

Napoli, sono otto le vittorie conquistate in rimonta: 24 punti per il sogno Scudetto

admin
admin
4 Min di lettura

Napoli, professione rimonte impossibili. La vittoria acciuffata all’ultimo secondo contro il Chievo allunga la serie di vittorie ottenute ribaltando il risultato. Nel corso di questa stagione, infatti, sono ben 8 le occasioni in cui gli azzurri erano in svantaggio ma poi sono riusciti a ottenere bottino pieno. A partire dalla seconda giornata di campionato, contro un’ostica Atalanta: al gol di Bryan Cristante risposero Zielinski, Mertens e Rog. Ancor più importante la rimonta con la quale il Napoli riuscì a battere la Lazio allo Stadio Olimpico: il match terminò con il risultato di 1-4 per gli azzurri. I biancocelesti erano passati meritatamente in vantaggio con De Vrij ed erano riusciti a chiudere la prima frazione con il parziale di 1-0.

Ma nella ripresa scende in campo un altro Napoli, che mette alle corde l’avversario e segna ben 4 reti.

In particolare, tre gol realizzati in soli 5 minuti: Koulibaly al 54′, poi Callejon al 56′ e Mertens al 59′. Copione simile anche nella giornata successiva, contro la meno temibile Spal, che però sorprende gli uomini di Sarri con Schiattarella al minuto 13. Napoli che reagisce immediatamente con Insigne, nella ripresa è Callejon a dare l’illusione della rimonta completata al 71′. Ma 6 minuti più tardi Viviani rimette tutto in equilibrio: servirà solo una splendida rete di Ghoulam per evitare l’impresa dei ferraresi. Con lo stesso risultato, 3-2 stavolta in trasferta, è terminato il match del Napoli contro il Genoa. Anche in questo caso fu un gol avversario a scuotere gli azzurri: in quel caso fu Taarabt ad aprire le marcature.

Il Napoli esulta per la rete segnata nel finale da Diawara, che tiene accese le speranze scudetto degli azzurri.

Nel primo tempo una doppietta di Mertens aggiustò subito la situazione, poi Zukanovic ci mise del suo nella ripresa con un autogol. Inutile il gol di Izzo ad un quarto d’ora dalla fine della gara. Ancora rimonta ed ennesimo 3-2, andò in scena al San Paolo in Napoli-Sampdoria, nell’insolita collocazione a ridosso di Natale. In quel caso, però, tutto successe nel primo tempo: le reti di Ramirez e Quagliarella furono neutralizzate da Allan, Insigne ed Hamsik. In particolare, il capitano azzurro con questa rete raggiunse Diego Armando Maradona nel record di reti segnate con la maglia del Napoli.

Dries Mertens è il giocatore che ha segnato più reti nelle rimonte completate dal Napoli: ben 7.

Fu 3-1 invece il finale con cui gli uomini di Sarri sconfissero il Bologna: Palacio al primo minuto, poi autogol di Mbaye e doppietta di Mertens a sentenziare la vittoria.

La vittima preferita delle rimonte azzurre è sicuramente la Lazio, che anche al ritorno ha subito un finale pesante dopo il vantaggio iniziale. Sempre Se Vrij ad illudere i capitolini, poi Callejon nel finale di tempo pareggia. Poi Wallace al 54′, Mario Rui al 56′ ed il “solito” Mertens al 73′. E giungiamo all’ultima, e probabilmente la più importante fino ad ora, rimonta stagionale. Siamo al San Paolo, 88 minuti sul cronometro ed il Napoli sembra ormai condannato a dire addio al sogno Scudetto dopo il gol beffa di Stepinski. Ma gli azzurri non muoiono mai, e dopo il ritorno alla rete di Arek Milik è la riserva di lusso Amadou Diawara a riaccendere le speranze di gloria. Una vittoria che vale molto di più dei semplici 3 punti, e che dovranno rappresentare una spinta ulteriore per rincorrere il sogno tricolore.

Condividi questo articolo