Ad imageAd image

Sassuolo-Napoli: parte la missione sorpasso con Zielinski al posto di Hamsik

admin
admin
3 Min di lettura

Sassuolo-Napoli: Hysaj c’è, Hamsik no. Maurizio Sarri osserva il suo Napoli finalmente al completo e prepara la sfida al Sassuolo di sabato, la prima delle 9 finali, un rush lanciato da Mertens nei giorni scorsi e fatto suo oggi da Lorenzo Tonelli. «Ci restano 50 giorni e 9 finali, dobbiamo vincerle tutte, o quasi. Sarà bello, sarà entusiasmante: ci stiamo giocando un pezzo di storia e siamo pronti», ha detto il difensore azzurro, comprimario prezioso dello scacchiere di Sarri che lancia anche un messaggio di tranquillità: «Il mister ce lo ripete sempre: la Juve è più organizzata, ha più soldi, non siamo obbligati a vincere come i bianconeri, stiamo facendo un piccolo miracolo. Abbiamo costruito qualcosa di solido, quello che verrà dopo poi è tutto di guadagnato. Siamo lì, dobbiamo dare l’ultimo cazzotto, questa volta possiamo giocarcela fino alla fine e non siamo andati al tappeto in anticipo».

Sassuolo-Napoli per il sorpasso: gli azzurri sono in piedi, hanno solo due punti di distacco dai bianconeri e possono giocarsi lo scudetto nello scontro diretto di Torino, senza dimenticare le possibili sorprese.

Ma i tifosi sognano che già nell’uovo di pasqua possa esserci il controsorpasso sui bianconeri che sono impegnati sabato contro il Milan. Un tranello del calendario a cui il Napoli non guarda troppo: l’impegno di Sassuolo bisogna superarlo con una vittoria, senza distrazioni pericolose come quelle dello scorso anno che videro gli azzurri tornare dal Mapei Stadium lo scorso aprile con un 2-2 che contribuì a dire addio all’inseguimento alla Juventus. Sarri lo sa e punterà sul’artiglieria pesante con un unico dubbio legato a Hamsik. Il centrocampista anche oggi ha fatto una parte di allenamento differenziato per il fastidio muscolare e dovrebbe partire dalla panchina, lasciando spazio a Zielinski, il vero dodicesimo uomo azzurro, reduce da una indimenticabile serata con la nazionale: il polacco ha infatti giocato titolare per il secondo match di fila e ha segnato allo scadere la rete del successo per 3-2 dei polacchi contro la Corea del Sud. Nella stessa gara buone notizie anche da Milik che ha giocato l’ultima mezz’ora confermando di essere in crescita.

Fonte: il Mattino

Condividi questo articolo