BOSSETTI2

Omicidio di Yara: i legali dell’assassino fanno ricorso in Cassazione

Dopo essere stato condannato all’ergastolo sia in primo che in secondo grado per l’omicidio di Yara Gambirasio, Massimo Bossetti tenta l’ultima strada per ottenere una libertà che sembra gli sarà negata per il resto della vita. Dopo solo quattro mesi dalla conferma di ergastolo da parte della Corte D’Appello, che ha avallato la sentenza emessa in primo grado, i legali dell’assassino di Yara hanno oggi depositato in Corte di Cassazione la difesa del loro assistito. I difensore di Bossetti hanno presentato un ricorso che consta di quasi 600 pagine, che è stato così illustrata: “Abbiamo presentato un documento di 595 pagine, in cui il nodo principale resta il Dna. E’ una sentenza sbagliata, che non ha senso scientifico, che arriva a una conclusione ma senza avere gli elementi per emetterla. Dalla perizia al mancato accesso ai reperti, a Bossetti è stato impedito di difendersi”. Questo è quanto asserito dagli avvocati di Bossetti, in stato di reclusione in carcere dal giugno del 2014, per aver ucciso la giovane Yara di soli 13 anni, nel lontano novembre del 2010.

Fonte: Blogo.it

LASCIA UN COMMENTO

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *