Ad imageAd image

Di Francesco: “Col Milan abbiamo dato segnale importante. Il Napoli gioca a memoria”

admin
admin
2 Min di lettura

Eusebio Di Francesco, in compagnia del figlio Federico, attaccante del Bologna, è tornato nella “sua” Piacenza nelle vesti di presidente dell’Associazione William Bottigelli Onlus che attraverso una cena di gala e un’asta ha raccolto fondi da devolvere in beneficenza ai reparti di oncologia e pediatria dell’ospedale di Piacenza. Nella splendida cornice della Galleria Alberoni il tecnico giallorosso ha rivolto lo sguardo al match contro l’«orchestra» Napoli, non ha escluso di riproporre Nainggolan in posizione avanzata e ha strizzato l’occhio al sogno scudetto.

Queste le sue parole al Corriere dello Sport: “A San Siro abbiamo dato un segnale importante e i risultati finora sono stati positivi, ma non possiamo abbassare la guardia. Dobbiamo continuare a lavorare con entusiasmo per migliorare e crescere. Nainggolan trequartista? Ho notato che lì in mezzo eravamo in difficoltà e quella mi sembrava la mossa giusta. In un giorno sono passa to da integralista a trasformista. Mi piace… (sorride, ndr). Il mio compito è mettere i miei uomini nelle condizioni di rendere al massimo”.

Queste, invece, le sue parole alla Gazzetta dello Sport sulla lotta Scudetto: “Credo che sia presto per parlarne. Tante squadre sono migliorate e poi c’è il Napoli che ha cambiato poco e conosce lo spartito a memoria. Ma noi stiamo trovando la strada giusta, a San Siro abbiamo dato un segnale importante. Ma ora mi interessa solo lavorare“.

Condividi questo articolo