Ad imageAd image

Reina, la rabbia della prestazione “quasi” perfetta: para un rigore ma voleva restare imbattuto

admin
admin
1 Min di lettura

Finisce col prendere a pugni il campo, perchè quel gol subito a pochi secondi dal termine da Amrabat, con il pasticciaccio commesso da Koulibaly e Maksimovic, non gli è andato giù. Sull’edizione odierna de Il Mattino si evidenzia l’ottima prestazione di Pepe Reina che avrebbe voluto chiudere in bellezza: rigore parato, parate salva risultato e porta inviolata. Invece no, deve “accontentarsi” di aver sventato l’unica opportunità avuta dal Feyenoord per poter rientrare in partita. Una parata che vale quanto un gol, che tiene lontano gli olandesi. È il preludio al 3-0 di Callejon che di fatto chiude la partita, prima del gol della bandierina di Amrabat. È la riscossa del portiere spagnolo, voglioso di riscatto dopo l’errore contro la Spal sulla punizione di Viviani e caricato dall’ulteriore attestato di stima di Sarri che di lui ha detto: “Reina ha sfoderato una prestazione di ottimo livello prestazione. Ha parato il rigore e lì se prendiamo il gol del 2-1 può diventare una partita diversa. Ci ha risolto problemi anche se non è stato impegnato più di tanto se si esclude la seconda parte del secondo tempo”.

Condividi questo articolo