Ad imageAd image

Sarri: “Il campo ha inciso sulla prestazione. Milik? Il dottore non era pessimista”

admin
admin
2 Min di lettura

Maurizio Sarri, dopo la vittoria raggiunta nel finale contro la Spal, ha rilasciano alcune dichiarazioni ai microfoni di  Sky Sport 24. Ecco le sue parole: “Squadra consapevole? Oggi la difficoltà dello svantaggio è stata relativa. La difficoltà mentale era quella che più mi preoccupava. Perderla nel momento del vantaggio ci poteva abbattere, ma la squadra ha reagito ed è un segnale importante. Reagire alle avversità erano cose che altri anni non ci riuscivano. Fatica nel primo tempo? Abbiamo affrontato una squadra molto organizzata su un terreno dove era impossibile praticare il nostro calcio. Sia gli avversari, sia il terreno hanno inciso sulla prestazione. 4-2-3-1 opzione spendibile? Abbiamo creato 3-4 palle gol in dieci minuti e si poteva aspettare qualche minuto nel tornare 4-3-3, ma siccome mancava poco alla fine se prendevamo gol con 4 punte in campo sarebbe stato più difficile poi riprenderla. Come sta Milik? Non lo so, il ragazzo era molto impaurito perchè viene da un infortunio molto grave all’altro ginocchio. Il dottore non era pessimista ma si rimanda tutto alle analisi strumentali (domani) del caso. Come preparerò la partita di Champions? Ora non lo so. Lo saprò domani quando guarderò la partita del Feyenoord e avremo la full – immersion fino a martedì al San Paolo. La mia reazione ai complimenti? Leggo pochissimo di calcio e ascolto pochissimo i commenti. Nel tempo libero mi dedico ad altro e credo sia il modo giusto, per noi che facciamo questo sport, per rimanere razionale ed equilibrato. Ed in questo mi aiuta anche l’età”.

Condividi questo articolo