Ad imageAd image

Napoli, non basta un rigore di Milik: Reina sbaglia e primo ko stagionale con lo Shakthar (2-1)

admin
admin
3 Min di lettura

Comincia male l’avventura in Champions del Napoli di Maurizio Sarri che a Charkiv cade 2-1 contro lo Shakthar Donetsk. Gli azzurri vanno sotto per i gol di Taison nel primo tempo e di Ferreyra nella ripresa, in quest’ultimo caso con la complicità di Pepe Reina. Non basta il rigore trasformato da Milik a 20′ dalla fine: la squadra di Sarri torna con zero punti dall’Ucraina incassando la prima sconfitta stagionale.

AZZURRI MESSI SOTTO – Sarri sceglie Milik per Mertens, Diawara per Jorginho e Zielinski per Allan. Per Fonseca 4-2-3-1 con i tre brasiliani Marlos-Taison-Bernard alle spalle dell’argentino Ferreyra. Nonostante il primo tiro in porta (sull’esterno della rete) sia di Milik, lo Shakthar mette pressione al Napoli mantenendo il possesso della palla, la supremazia in mezzo al campo e sfilacciando la difesa azzurra partendo dagli esterni. Ed è proprio da un cross dalla destra di Srna che nasce l’1-0 di Taison che conclude dopo la sponda di Ferreyra e un bel palleggio col ginocchio. Taison che, dopo un errore di Hamsik, ha sui suoi piedi la palla del 2-0 ma trova l’opposizione di Reina. Il Napoli fa fatica a ripartire: alla mezz’ora Albiol manda alto il pallone su un calcio d’angolo da ottima posizione mentre Insigne impegna Pyatov con uno dei suoi tiri a giro.

BENE I 20′ FINALI – Nella ripresa lo Shakthar ha ancora il pallino del gioco e dopo neanche un quarto d’ora riesce a pervenire al raddoppio con Facundo Ferreyra che approfitta di un cross da sinistra di Stepanenko ed un’uscita a vuoto di Reina. Sotto di due gol, Sarri cambia tutto: fuori Hamsik e Zielinski (entrambi deludenti), dentro Mertens e Allan. Napoli col 4-2-4 e con Mertens che si procura un calcio di rigore per un’entrataccia-killer di Stepanenko. Dal dischetto Milik spiazza il portiere. L’assalto finale degli azzurri produce solo un pallone alto di Milik ed una parata di Pyatov su Callejon. Nel frattempo però anche il palo colpito dallo Shakthar con Ferreyra.

IL TABELLINO:

SHAKTHAR DONETSK (4-2-3-1): Pyatov; Srna, Ordets (47′ st Kocholava), Rakitskyy, Ismaily; Fred, Stepanenko; Marlos (31′ st Kovalenko), Taison, Bernard; Ferreyra (43′ st Dentinho)
A disp: Shevchenko, Alan Patrick, Azevedo, Butko All. Fonseca

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Zielinski (22′ st Allan), Diawara, Hamsik (16′ st Mertens); Callejon, Milik, Insigne
A disp: Sepe, Jorginho, Maggio, Maksimovic, Rog All. Sarri

Arbitro: Zwayer (Germania)
Reti: 16′ pt Taison (S), 14′ st Ferreyra (S), 26′ st rig. Milik (N)
Ammoniti: Fred, Stepanenko (S), Insigne, Mertens, Koulibaly (N)
Note: 30mila spettatori circa con 200 ospiti. Angoli: 0-11. Recupero: 1′ pt, 5′ st

Condividi questo articolo