Ad imageAd image

Ag. Giaccherini: “Abbiamo provato con la Fiorentina, ma Giuntoli non ne ha voluto sapere”

admin
admin
3 Min di lettura

Furio Valcareggi, procuratore di Emanuele Giaccherini, ha rilasciato una breve intervista a Radio Kiss Kiss Napoli in cui analizza la situazione del calciatore azzurro dopo la chiusura del mercato e parla della permanenza di Giak al Napoli: “Premessa: spero che il mio amico Beppe Marotta, con il potere che ha, essendo amministratore delegato della Juventus, possa far terminare la sessione estiva di calciomercato già il primo di agosto, facendola durare soltanto un mese, a prescindere se si è a posto o no. Non esiste che il mercato duri due mesi, sembra di subire una coda sull’autostrada interminabile. Marotta forse ce la farà ad effettuare questo cambiamento. Giaccherini? Essere considerati incedibili da un top club europeo come il Napoli è motivo d’orgoglio per noi. La Fiorentina ha provato ad acquisire il calciatore, avrebbe fatto tutto quello che c’era da fare e noi, devo dire la verità, ci abbiamo provato. Giuntoli però è un interlocutore severo, con idee chiare e a volte un pò brusco. Io insistevo su una cosa e lui su un’altra ed evidentemente ha vinto il Napoli, con nostra soddisfazione. Il Napoli ci ha detto che non c’erano giocatori più forti di Giaccherini sul mercato che potessero sostituirlo. Senza scaramanzia, io dico che il Napoli vince lo scudetto quest’anno. Il Napoli, avendo uno forte come Giaccherini in panchina, significa che ha in rosa dei giocatori ancor più di valore tra i titolari. Così si vincono gli scudetti, con organici di alto livello. Magari Sarri non è un forsennato del Turn-Over ma i risultati gli danno ragione, perchè vince. Giak continuerà ad allenarsi al massimo come ha sempre fatto, con serietà e come se fosse titolare ogni domenica. Emanuele nasce serio e quando c’è bisogno di lui si fa trovare pronto. Tante squadre hanno cercato Giaccherini anche in Europa, siamo stati tre giorni a Praga ma poi dopo è sfumato tutto perchè non avevamo una protezione economica adeguata. Insomma, c’erano almeno 7 o 8 squadre pronte a prenderlo. Zerbin? E’ carico, pronto per la Youth League e si è ambientato alla grande in città. Non vuole più andar via da Napoli”.

Condividi questo articolo