Ad imageAd image

Sorteggi Champions League: Napoli, si può fare. Sarri-Guardiola il top

admin
admin
2 Min di lettura

L’urna di Montecarlo ha consegnato al Napoli un girone non facile ma certamente non di ferro. Insieme agli azzurri sono stati sorteggiati il Manchester City, il Feyenoord e lo Shakthar Donetsk. Gli inglesi partono con i favori del pronostico, azzurri sotto di un gradino ma superiori a olandesi e ucraini. Ciò che affascina è la sfida tra Guardiola e Sarri. Il sarrismo contro il guardiolismo, lo scontro – o meglio l’incontro – tra due stessi modi di intendere il calcio: possesso palla, pressing alto e asfissiante per recuperare quanto prima il pallone, gioco spettacolare. Vincere attraverso il gioco, attraverso il collettivo e qualche volta con il colpo del campione. Due sfide complicate per gli azzurri da affrontare però senza paura, con la consapevolezza che con quel modo di giocare si può dar fastidio a una squadra di grande livello.

Pep Guardiola, allenatore del Manchester City

Il Napoli parte avvantaggiato contro lo Shakthar e il Feyenoord. Attenti però a non sottovalutarle, sia perché si tratta di trasferte insidiose sia perché si tratta di formazioni con più esperienza in Europa – del resto gli ucraini erano in prima fascia – senza dimenticare il livello altissimo di questa competizione. Lo scorso anno il Besiktas, squadra tecnicamente inferiore agli azzurri, vinsero al San Paolo e nella gara di ritorno furono vicino al bis. Un piccolo esempio di quanto sarà importante affrontare ogni match con la massima concentrazione e non solo contro il City. Obiettivo ottavi, si può fare.

Condividi questo articolo