Ad imageAd image

SORTEGGIO CHAMPIONS – Napoli, possibili rivali in 2° fascia: PSG la più temibile, Porto la speranza

admin
admin
7 Min di lettura

Con il trionfo di Nizza il Napoli ha ottenuto la meritata qualificazione ai gironi di Champions League. Gli azzurri saranno in terza fascia e pertanto il pericolo di ritrovarsi in un girone di ferro è dietro l’angolo. Di seguito le possibili rivali della seconda fascia.

PARIS SAINT-GERMAIN: pochi dubbi: è il club della capitale francese quello più temibile all’interno della seconda fascia. I transalpini vogliono giocare una Champions da protagonisti e l’esoso esborso economico fatto per Neymar va ad avallare questa tesi. Con il brasiliano in campo il PSG sta già dimostrando in campionato di poter far male a chiunque. A comporre un tandem da sogno è Cavani, ex mai dimenticato dalla torcida partenopea. Ma attenzione, ben presto potrebbe aggiungersi anche il talentuosissimo Mbappè. Insomma il PSG è una squadra da primissima fascia ed è da evitare senza ombra di dubbio. Incubo peggiore. Difficoltà: *****

MANCHESTER UNITED: i diavoli rossi ritornano in Champions dopo alcuni anni d’assenza nella competizione più prestigiosa per club. La voglia di mostrare che questo è il posto che compete a questo club è tanta. Il tecnico Mourinho è affamato ed anche i suoi ragazzi, i quali lo stanno dimostrando nelle prime apparizioni in Premier League. Lukaku è uno spauracchio per qualsiasi difesa ed il centrocampo forte e muscolare con l’arrivo di Matic è diventato ancora più solido. Giocare all’Old Trafford, inoltre, potrebbe mettere paura a chiunque e non sarebbe di certo una passeggiata di salute affrontare i diavoli rossi nella loro infernale arena. E’ la squadra preferita da Mister Sarri che nella conferenza post Nizza ha affermato di voler pescare il Manchester United. Il PSG ha qualcosa in più ma il Manchester fa paura. Forti ed arrabbiati. Difficoltà: ****

BARCELONA: Neymar è partito, qualcun altro non è più ai suoi massimi livelli, ma il Barça rimane un avversario temibile e meritevole di massimo rispetto. La stagione dei blaugrana non è partita nel modo migliore tra mercato, la sconfitta in Supercoppa ed un precampionato dove la squadra ha mostrato di non essere quella dei suoi giorni migliori.I catalani possono però sempre contare su Messi ed il Barça quando gioca in Champions è nel suo habitat naturale. Il Camp-Nou è uno di quei stadi da sogno, per chi gioca in casa, da incubo per gli avversari. Sebbene in Catalogna il clima non sia quello dei migliori con il club che vuole fare causa a Neymar, ed i giocatori che invece posano in foto col calciatore brasiliano come se nulla fosse accaduto, attenti a lasciarsi andare a giudizi affrettati su questo club: il Barcelona è sempre il Barcelona. Sempre temibile. Difficoltà: ****

ATLETICO MADRID: non avranno un grandissimo gioco, non saranno belli da vedere, ma il Vicente Calderon è un vero e proprio inferno e questa squadra nelle notti di Champions si esalta. Merito, soprattutto, del grande condottiero Simeone capace di infondere alla sua truppa uno spirito combattente che permettere ai colchoneros di dare il meglio quando il gioco diventa duro. Più volte ad un passo dalla Coppa l’Atletico è senza dubbio un avversario molto temibile. Il Napoli, in precampionato, ha dimostrato di tenere testa agli spagnoli, anzi per lunghi tratti è stato superiore, ma alla fine ha vinto l’Atletico. Proprio quì risiede la grandezza di questa squadra che soffre, subisce, ma al 90esimo trionfa. Altro punto di forza è dovuto al mercato bloccato: l’Atletico, proprio come il Napoli, ha confermato tutti i suoi calciatori, senza stravolgere una squadra che si conosce perfettamente. Garra e passione. Difficoltà: ****

MANCHESTER CITY: non solo i diavoli rossi, ma anche i citizens sono avversari temibili anche se, probabilmente, sarebbe più auspicabile trovare loro nell’urna piuttosto che i cugini in rosso. Guardiola in panchina è una garanzia in questa competizione, ma il City ha dimostrato nel corso delle stagioni che la Champions League non è proprio il suo habitat naturale. Il mercato ha portato buoni giocatori come Mendy e Walker ed un fuoriclasse come Bernardo Silva. Fatto sta che il City sembra un’eterna incompiuta e che a questa squadra manchi ancora qualcosa, soprattutto in termini di mentalità, per ambire alla Coppa dalle grandi orecchie. Belli ma non troppo. Difficoltà: ***

BORUSSIA DORTMUND: il magnifico Sigdal Iduna Park, lo spaventoso muro giallo, sono di certo il  quid in più per questa squadra che tra le mura amiche appare come ostacolo insormontabile. Ma tralasciando la magnificenza del suo dodicesimo uomo, in campo il Dortmund potrebbe soffrire il Napoli. Si tratta di due squadre con filosofie simili, alle quali piace giocare all’attacco sfruttando la velocità dei suoi attaccanti. Già alcuni anni fa si affrontarono ai gironi gialloneri e partenopei con una vittoria a testa. Sarebbe una sfida affascinante, ma per il Napoli si tratterebbe di un avversario meno temibile rispetto a quelli descritti in precedenza. Si può fare. Difficoltà: ***

SIVIGLIA-PORTO: sono senza dubbio quelle da accogliere con il sorriso tra gli 8 club della seconda fascia. Si tratta di due compagini che proveranno a sfruttare il fattore casa, ma il Napoli potrebbe creare tante difficoltà considerando che si tratta di due squadre che non eccellono di certo in difesa. Mercato nostalgico per il Siviglia con il ritorno di Banega e Navas, oltre all’arrivo di Muriel in avantI E Kjaer in difesa che potrebbe soffrire la velocità degli attaccanti azzurri. Nel Porto, invece, sono più le cessioni che i colpi piazzati in entrata. I portoghesi eliminarono il Napoli dall’Europa League un paio di stagioni fa e gli azzurri potrebbero avere sete di vendetta. Saranno loro a scongiurare di prendere il Napoli in terza fascia e non viceversa… Da prendere. Difficoltà: **

Condividi questo articolo