Ad imageAd image

Napoli, la qualificazione in Champions vale 50 milioni

Matteo Calitri
Matteo Calitri
2 Min di lettura

Il market pool, il nuovo inglesismo che gli appassionati di calcio hanno iniziato a conoscere, è uno dei due criteri con cui l’UEFA distribuisce i soldi della Champions. Il market pool dipende dal valore del mercato TV di ciascun Paese e viene suddiviso in base al numero dei club della stessa nazione. Meno squadre ci sono, più soldi arrivano. Se il Napoli non si qualifica, Juventus e Roma si spartiranno l’intero bottino. Una metà viene suddivisa in base all’andamento della squadre partecipanti mentre l’altra metà in base al piazzamento in campionato: 25 milioni alla prima in classifica, 17,5 alla seconda (la Roma) e 7,5 alla terza, cifra che il Napoli si è già garantito.

C’è una novità, un paracadute da 10 milioni di euro per chi viene eliminato ai play off. Tra incassi Champions e tutti gli altri proventi legati al marketing balla qualcosa come 50 milioni di euro. Basti pensare che il quasi sold out di mercoledì sera con il Nizza garantisce almeno 1,6 milioni di euro di incasso. Lo scorso anno il Napoli, considerando solo i premi Uefa, senza calcolare gli incassi da stadio e gli incrementi derivanti dalle attività di marketing e quelle commerciali, si è portato a casa 65,7 milioni.

Fonte: Il Mattino

Condividi questo articolo